Opera e musica in scena a Varese

Con Jour Après Jour, vernissage ad opera dell’artista Laure Marino Rizzo al Teatro Santuccio il 24 giugno alle ore 18.30,  si è aperto Varese Estense Festival

Nel giorno di lunedì 25 giugno si è poi ufficialmente inaugurato il festival alla presenza dell’Amministrazione Comunale, per poi seguire col primo appuntamento: Il teatro d’opera in Italia, una lectio magistralis a ingresso libero a cura del professor Quirino Principe alle 18 in Salone Estense. Alle 20.30 è stato inaugurato Superfici Narranti, vernissage ad opera di Ivan Sghirinzetti. Entrambi i vernissage resteranno a disposizione libera del pubblico negli orari e giorni degli eventi del festival.

Martedì 26 giugno si terrà nel Salone Estense alle ore 18 la presentazione, a cura del musicologo Paolo Zoppi, dell’opera di Giacomo Puccini Suor Angelica. L’opera sarà poi in scena nella Basilica di San Vittore alle ore 21.15. Produzione interamente varesina targata Red Carpet Teatro/Giorni Dispari Teatro, l’opera per la regia di Serena Nardi vedrà in scena protagoniste Marta Mari e Patrizia Patelmo, per la direzione del varesino Riccardo Bianchi.

Sarà poi la volta del primo degli appuntamenti che occuperanno la cornice dei Giardini Estensi, trasformati in teatro naturale per l’occasione. Mercoledì 27 giugno, ore 21.15: Young Talents in Music sarà una serata in cui i giovani artisti varesini si esibiranno sul palco della fontana passando dalla musica classica al tango fino alla canzone d’autore. 

Giovedì 28 giugno: la giornata sarà dedicata alla presentazione del libro più recente di Luca Ciammarughi , edito da Zecchini Editore.

Soviet Piano – I pianisti dalla Rivoluzione

d’Ottobre alla guerra fredda

Conferenza – Concerto per la presentazione del libro

di Luca Ciammarughi – Zecchini Editore

Salone Estense, ore 18.00

Ingresso libero

 

Nell’appuntamento di giovedì 28 giugno, Luca Ciammarughi presenterà il suo libro più recente: “Soviet Piano – I pianisti dalla Rivoluzione d’Ottobre alla guerra fredda”. Il volume non è soltanto una rassegna dei maggiori virtuosi sovietici, ma un’indagine al contempo appassionata e inquieta sul rapporto fra arte e potere nell’URSS. Questo tema, apparentemente già distante eppure attualissimo, suscita una serie di interrogativi fondamentali: innanzitutto, com’è possibile che un’arte così sublime fiorisca sotto un regime? E a quali costi? L’autore, che rappresenta oggi la figura piuttosto inusuale del pianista-scrittore, accompagnerò la sua presentazione con alcune esecuzioni al pianoforte: Piano-Rag-Music dell’esule Stravinsky e Childrens’ Corner di Claude Debussy, uno dei compositori considerati “decadenti” dal regime.

A seguire: Antigone l’Indomabile. Conferenza di presentazione di Antigone di Sofocle, a cura del prof. Silvio Raffo. Salone Estense, ore 21.00. Ingresso libero

 Venerdì 29 giugno sarà la volta della seconda nuova produzione di Red Carpet Teatro, che debutterà sulla fontana dei giardini estensi.

 

Antigone

di Sofocle

Con: Antonio Zanoletti, Sarah Collu,

Andrea Tibaldi, Valeria Pagani,

Marco Brambilla, Serena Nardi

Nicolas Errico, Leonardo Lempi, Silvia De Lorenzi

Scenografie: Debora Palmieri

Costumi: Beatrice Torresin

Assistente alla regia: Jacopo Girardi

Regia: Vittorio Bizzi

Fontana dei Giardini Estensi, ore 21.15

Posto unico non numerato: € 16,50

 

Sabato 30 giugno 2018
Note a margine 2. Una Voce poco fa

I mondi paralleli della musica
Presentazione del libro di Davide Ielmini, giornalista e critico musicale – Zecchini Editore
Salone Estense, ore 18.00 – Ingresso libero

Related Posts