La Polledro celebra Beethoven

Federico Bisio

Federico Bisio, Direttore Stabile e Artistico dell’Orchestra da Camera Giovanni Battista Polledro torna in primavera 2020 a dirigere per tre martedì (il 10/3, 7/4 e 19/5) sul palco del Conservatorio di Torino la programmazione dell’ottava stagione “A COMPLEMENTO DEL GENIO Celebrare Beethoven attraverso modelli, colleghi, discepoli e posteri”, in omaggio ai 250 anni dalla nascita di Ludwig Van Beethoven. “Nell’arco della sua vita, il genio di Bonn – spiega il Direttore – ha attraversato storicamente un periodo di grossi cambiamenti politici in Europa, segnato da lunghe e sanguinose guerre hanno sancito la fine di un mondo e l’inizio di una nuova epoca.”  Attraverso l’inconsueto repertorio proposto dalla Polledro, il pubblico avrà modo di avvicinare i modelli, maestri, colleghi, discepoli e quanti, nei due secoli successivi, si ispirarono al grande e celebrato innovatore.

Nel concerto di martedì 10 Marzo si potrà approfondire il mondo musicale nel quale Beethoven si è formato. Due concerti solistici faranno da perno alla serata: nella prima parte ascolteremo Francesca Gelfi eseguire il concerto per corno di bassetto di Carl Stamitz (esponente di spicco della cosiddetta scuola di Mannheim) e, nella seconda, il celebre concerto per oboe attribuito a Franz Joseph Haydn con solista Carlo Romano, già primo oboe dell’Orchestra Rai. Aprirà il concerto una breve sinfonia di Joseph Boulogne Chevalier de Saint Georges, il primo compositore mulatto di Francia e, in chiusura, la Sinfonia numero 30 di Wolfgang Amadeus Mozart, piccolo gioiello di rara esecuzione.

Il concerto di martedì 7 Aprile sarà dedicato alla compagine per soli archi. Una sinfonia giovanile di Felix Mendelssohn Bartholdy introdurrà il Concertino per Trio e orchestra d’archi di Martinů eseguito dal Trio Debussy. Il celebre compositore ceco del XX secolo ha certamente avuto come modello l’organico previsto da Beethoven per il suo Triplo Concerto. Porterà a compimento della serata una sinfonia cosiddetta “caratteristica”: nella versione per soli archi, la composizione che Paul Wranitzky (primo violino dell’orchestra imperiale nonché direttore delle prime esecuzioni di alcune sinfonie beethoveniane) dedicò alla pace tra l’Austria e la Francia.

L’ottava stagione si conclude con il concerto in programma martedì 19 Maggio, appuntamento musicale inserito nel programma ufficiale dell’OFF DEL SALONE INTERNAZIONALE DEL LIBRO particolarmente importante per l’Orchestra diretta dal Maestro Bisio: verrà infatti eseguita una sinfonia in prima esecuzione moderna di Giovanni Battista Polledro. La prima parte della serata proseguirà con il concerto per violino e pianoforte di HummelAntonio Valentino e Piergiorgio Rosso ci accompagneranno nella scoperta di questo importante compositore, virtuoso della tastiera e divulgatore beethoveniano. Tra tutti i compositori che operarono nella cerchia beethoveniana, non poteva mancare, per importanza, Ferdinand Ries, dalla importante carriera internazionale, della quale Londra costituisce una tappa fondamentale.  Allievo, amico, confidente, fu uno dei più intimi frequentatori di Beethoven. Eseguiremo la sua Quinta sinfonia. Quinta non a caso; infatti nel suo primo movimento echeggia (pur con le dovute modifiche) il rintocco ritmico della più celebre Quinta del suo Maestro Ludwig.

PROVE APERTE GRATUITE Infine segnaliamo una nuova iniziativa gratuita, atta ad avvicinare i più piccoli alla musica classica: l’Orchestra G. B. Polledro porta la musica nelle periferie con tre prove aperte dedicate agli allievi delle scuole del comprensorio (orario 10 -12), grazie alla collaborazione con il Cecchi Point Casa del Quartiere Aurora e Porta Palazzo di Torino. Le prove si terranno Martedì 10/03/2020, Martedì 07/04/2020 e Martedì 19/05 /2020 presso il Salone delle Arti del Cecchi Point – Via Antonio Cecchi, 17, Torino Per informazioni e adesioni, scrivere a Cecchi Point, via Cecchi 17, Torino.  info@cecchipoint.it  

Related Posts