Caldi e i Virtuosi della Scala a Varsavia

Massimiliano Caldi

Il 16 aprile il Maestro Massimiliano Caldi prenderà parte alla XXIII edizione del Beethoven Easter Festival a Varsavia con il prestigioso ensemble de I Virtuosi del Teatro alla Scala. Per l’occasione un programma tutto italiano: saranno eseguite musiche di Rossini, Verdi, Briccialdi e infine Rota di cui ricorre il 40° anniversario della sua morte. Con loro sul palcoscenico la prestigiosa presenza del flautista Marco Zoni e del violinista Francesco Manara, da anni violino di spalla del Teatro alla Scala.

Alla fine del concerto è previsto un “fuori programma” polacco, per onorare – appunto – il centenario dei rapporti diplomatici tra Italia e Polonia. 

Il concerto verrà realizzato grazie al fondamentale patrocinio dell’Ambasciatore d’Italia a Varsavia, S.E. Aldo Amati e al supporto del Direttore dell’Istituto Italiano di Cultura di Varsavia, Dottor Roberto Cincotta.

I Virtuosi della Scala

La musica è uno strumento fondamentale per sottolineare l’importanza della relazioni diplomatiche tra Italia e Polonia.

Il Maestro Caldi è attualmente un simbolo in campo musicale del dialogo tra i due Paesi: è, infatti, grande conoscitore e interprete della musica polacca che dirige regolarmente presso i principali festival e sul podio delle più importanti Filarmoniche e orchestre sinfoniche del paese e per la divulgazione di questa si è speso molto, negli anni, in Italia e all’estero. Inoltre numerosi sono i concerti dedicati all’Italia che regolarmente esegue nelle sale da concerto polacche.

I concerti che dirige nel 2019 testimoniano in modo evidente questo dialogo.

Dopo i concerti “Italiani” di gennaio a Cracovia e lo Stabat Mater di Rossini a febbraio a Varsavia, Caldi dirigerà ad aprile il Requiem di Verdi a Rzeszów (12 aprile) e un programma tutto italiano al Beethoven Easter Festival di Varsavia alla testa de “I Virtuosi del Teatro alla Scala” (16 aprile).  Ad agosto prenderà parte a Oliwa al Festival “Mozartiana” (22 agosto) dirigendo una selezione dal “Così fan tutte” di Mozart in forma semiscenica, il cui libretto è del veneto Lorenzo Da Ponte, a commento del testo teatrale di Aleksander Fredro “Śluby Panieńskie”, con trama curiosamente del tutto simile. A ottobre Massimiliano Caldi dirigerà musiche di Lutoslawski, Rota, Verdi, Puccini con la Polska Orkiestra Sinfonia Iuventus allo studio Studio S-1 di Varsavia (10 ottobre) e a novembre dirigerà musiche di Rota (suite da “Il Gattopardo”) e di Mascagni (“Rapsodia Satanica”, film muto di Nino Oxilia del 1917 con commento musicale di Mascagni) con la Filarmonica Polacca Baltica “F. Chopin” a Danzica (29 novembre).

Related Posts