A Novara la masterclass di Eleonora Buratto

“INTERMEZZO”


UNA RICCA STAGIONE DI MASTERCLASS INAUGURATA DAL SOPRANO

ELEONORA BURATTO

 

Novara. Nato da un’idea del pianista Andrea Maria Zanforlin, Intermezzo è un contenitore creato per convogliare progetti didattici e performativi di insegnanti e artisti tra i più apprezzati e coinvolgenti della lirica e della musica da camera, proponendo masterclass, audizioni, concerti, laboratori, incontri e vacanze musicali.

L’intento principale di Intermezzo è quello di creare opportunità di formazione e di ingaggi ai giovani talenti che hanno deciso di affrontare professionalmente il mondo della musica.

«Con Intermezzo ho pensato di sviluppare una nuova realtà per la città di Novara, – ha dichiarato Andrea Maria Zanforlin, stimolato dall’effervescente clima culturale che si respira in questi anni nella mia città d’adozione. Intermezzo sarà un susseguirsi di esperienze, anche innovative, attorno al mondo della musica. Per il primo appuntamento ho voluto invitare per una masterclass di canto lirico una cantante che ha un grande successo internazionale, il soprano Eleonora Buratto. Artista di straordinario talento e di fresca comunicativa, Eleonora Buratto potrà trasmettere agli allievi non solo insegnamenti ma anche esperienze e suggerimenti nel campo della comunicazione e della gestione di una carriera. Per il futuro mi auguro di sviluppare Intermezzo, realizzando sinergie stimolanti sul territorio e ampliando gli orizzonti dei giovani talenti che decideranno di seguirci».

A lui fa eco Eleonora Buratto, che sarà impegnata a Novara dopo i successi raccolti all’Arena di Verona e prima di partire per Londra dove a novembre debutterà alla Royal Opera House. «Ho accolto con entusiasmo l’invito di Andrea. Per me è un’esperienza nuova, la mia prima masterclass. Sono impaziente di confrontarmi con giovani talenti, di cercare con loro un dialogo che immagino ricco di entusiasmo e di voglia di crescere. L’invito mi ha fatto pensare ancora una volta ai miei Maestri, ai quali sono grata per tutto quello che mi hanno dato».

La masterclass di Eleonora Buratto si terrà a Novara dal 26 al 28 ottobre e ammetterà sia allievi effettivi che uditori. La masterclass sarà ospitata nell’Auditorium del Civico Istituto Musicale Brera di Novara, una delle più antiche realtà culturali della città piemontese. Il “Brera”, fondato nel 1858, porta il nome del benefattore che lo nominò erede universale nel 1866 e ha avuto come suo primo direttore Carlo Coccia, lo stesso compositore al quale la città di Novara ha dedicato il suo Teatro. L’edificio che ancora oggi ospita il “Brera” è un modello esemplare di Liberty novarese: le decorazioni floreali e vegetali e soprattutto il ricorrente motivo della lira, ne fanno un’oasi di eleganza e di quiete, per di più circondata da un incantevole giardino. Le condizioni ideali per studiare e fare musica.

Un altro punto di forza dell’Istituto è la Biblioteca, una delle più importanti del Piemonte. Uno scrigno per musicologi e musicisti che qui possono consultare concerti manoscritti di Cimarosa e Pergolesi, ma anche il fondo degli autografi di Carlo Coccia, altre pagine autografe di Saverio Mercadante, musiche manoscritte o stampate, a volte in edizioni rare di grandissimo pregio. Una Biblioteca che ha segnato e arricchito la vita musicale di Novara, aiutandola a definirsi.

Tutte le informazioni su Intermezzo sono sul sito www.intermezzo.cloud, quelle per iscriversi alla masterclass di Eleonora Buratto al link https://www.intermezzo.cloud/2018/08/07/masterclass-eleonora-buratto/

 

Eleonora Buratto è uno dei soprani più apprezzati sulle scene internazionali. Diretta da Riccardo Muti, ha debuttato nel 2009 al Festival di Salisburgo, iniziando un sodalizio con il Maestro che l’ha voluta anche a Madrid, Buenos Aires, Ravenna, Chicago, in Giappone con la Wiener Staatsoper e al Teatro dell’Opera di Roma. Recenti impegni l’hanno vista in ruoli principali a Barcellona, Napoli, Zurigo, Amsterdam, alla Scala di Milano e al Metropolitan di New York. Dopo il successo ottenuto quest’estate come Donna Anna in Don Giovanni all’Opera di Lione, Liù in Turandot e Micaela in Carmen all’Arena di Verona, affronterà nei prossimi mesi importanti debutti: ad ottobre 2018 è attesa al Teatro San Carlo di Napoli per il Requiem di Verdi sotto la direzione di Juraj Valcuha; a fine 2018 debutterà alla Royal Opera House di Londra (Micaela in Carmen); nel 2019 debutterà nel ruolo del titolo Luisa Miller al Liceu di Barcellona e di Elettra in Idomeneo Re di Creta al Teatro Real di Madrid, sarà quindi Amelia nel Simon Boccanegra alla Wiener Staatsoper. Seguiranno poi impegni, tra gli altri, alla Staatsoper di Berlino e al Metropolitan di New York.  

Andrea Maria Zanforlin, pianista, ha compiuto gli studi musicali sotto la guida di Giorgia Alessandra Brustia, diplomandosi presso il Conservatorio “Giuseppe Verdi” di Milano. In seguito si è perfezionato sia in ambito classico che jazz, esibendosi come solista e in formazioni cameristiche.  Ha conseguito la qualifica di Maestro collaboratore del repertorio mozartiano e rossiniano presso il Teatro Lirico Sperimentale di Spoleto e il diploma di Pianista accompagnatore alla Danza presso l’Accademia Teatro alla Scala di Milano. È un apprezzato  Maestro collaboratore di importanti artisti lirici, cameristici e di ballerini e svolge un’intensa attività per teatri e festival. E’ pianista collaboratore presso i Conservatori di Bologna e di Novara. Nell’estate 2018 ha dato vita ad “Intermezzo”, un contenitore culturale, performativo e didattico che ha già raccolto vari consensi nel mondo musicale.

 

Related Posts